giovedì 20 ottobre 2016

Che noia i cellulazzi Samsung (e gugol merda)

Premessa: potrei invertire quanto scritto ove la Samsung decidesse di assumermi (contratto consulenza decennale, facciamo 400mila netti l'anno, pc e cellulazzo aziendale) per contribuire alla riconfigurazione estetico-funzionale di una sua linea di prodotti a caso.
Sto pure maturando qualche competenzina tennica ma per quelle van già bene i korei: è lo spirito che langue.

Dunque

Quissotto, dove invece sta il bianco, avrebbero dovuto esserci (o sarebbero dovuti esserci, come vi suona meglio) una brillante disquisizione sulle abitudini di vita modificate dall'high-tech, una notevole lezione di microeconomia comparata riguardo le fluttuazioni pilotate prezzo-funzione, la socialità distorta dei centri commerciali, le differenze coll'epoca vintage ('90s), una stoccata all'Euro come dichiarazione di guerra del neocapitalismo alla media borghesia, esempi di tasse sulla stupidità, una poesia di Michele Mari (forse, non è detto), dritte fondamentali per le scommesse sul tennis e una sublime disquisizione sull'essere e il medium. Roba da Nobel, visto che: 1) lo merito 2) negli ultimi 30 anni lo danno a chiunque. 

Invece.

Uno usa blogger perchè non si deve preoccupare se il testo rimane impresso da qualche parte, essendoci il salvataggio automatico eccetera, giusto? 
Voglio dire, gugol esiste per velocizzare e semplificare la vita, giusto?
Intendo, a parte far guadagnare inimmaginabili montagne di danaro ai suoi stakeholders.
Ovvero: ottimo servizio e correttamente molto fruttifero, giusto?

Purtroppo no. Gugol, oltre a tutta la merda che ha riversato sul pianeta, mi ha pure cagionato un'istantanea, abnorme e tonitruante incazzatura: questa merda di blogger ha cancellato tutto il testo durante un refresh. Dici: lo potevi salvare. Bello, bravo, e allora a che cazzo serve questo fottuto blogger? Risposta evidente: a una minchia imbalsamata di un nulla galattico. Se Donald Trump lo elimina mi fa un favore. Non blogger soltanto, proprio il cucuzzaro intero. 
Donald, pleez, una leggina contro queste teste di cazzo. Una qualsiasi.
Tu non lo sai ma tutti i giornalisti che odii e che parlano male di te e ti sputtanano per tutte le troiate che hai combinato in vita tua... senza gugol sarebbero tutti in strada a chiedere l'elemosina. Pensaci, appena hai tempo.

Anyway, nel magnifico pezzo che quegli inutili stronzi incapaci bifolchi mangiamerda di blogger (appena capisco come fare migro su altra piattaforma) hanno cancellato per la loro completa ed esiziale inettitudine al bello e al buono, ricordavo i bei tempi nei quali i cellulazzi Samsung erano tanto bellini ed eleganti nel loro luccicare argentato e alla luce tecno-esotica dei loro piccoli display verdi-acqua o turchesi. 
All'epoca Zamzung non deteneva la quota mostruosa di mercato della quale si fregia oggi e invece di spiccare per economie di scala si faceva prediligere per: 1) Nokia e Motorola ce li hanno tutti e hanno sfracanzato la minchia 2) erano nettamente i più stilosi.
Avanzando le epoche di sviluppo tennologico sono rimasto affezionato al marchio nonostante l'impennata di Symbian cominciasse a permettere tanti bei giochetti.
Cosa c'era di fico nei cellulazzi Zamzung di una volta? Telefonare, telefonavano tutti. E fra l'altro sarebbe la primaria funzione dell'attrezzo. Ma erano i sistemi operativi. Diamine, non c'erano due modelli collo stesso OS, all'inizio. Ogni cello le sue peculiarità, i suoi menù, le sue impostazioni. Ogni cambio di cello un nuovo trucco da imparare, una nuovo libretto di istruzioni da sfogliare, una forma diversa ficcata in tasca. Giocattolo sempre diverso e sfizioso, si sarà capito. Fantasie indotto sul prossimo e stimolante giocattolo, coi tasti differenti, fotocamera in altra posizione, difforme tonalità audio eccetera.
Troppo divertimento per le masse. Le masse devono solo comprare, e comprare l'ultimo modello, il più costoso, perchè è quello che funziona meglio e fa più cose, e le fa meglio, e magari è pure bello da vedere. L'ultima è un po' soggettiva perchè a me piace l'S6 (spento), che per il resto è un telefono di merda. Ma ma ma.
Cosa è successo di brutto e irreparabile ai Zamzung di oggi? Rompersi quando cadono, si rompono tutti. Impallarsi dopo due aggiornamenti, lo fa pure il Wiko più scrauso. Disgraziatamente, dato che polvere eravamo e polvere ritorneremo, a prescindere dal quantitativo di Ram del nostro telefono, i Zamzung hanno zangranato gli zebedei perchè sono in assoluto i telefoni più noiosi presenti sul pianeta Terra. 

So' diventati tutti uguali. Qualunque modello di Zamzung accendi... la stessa interfaccia (orrida, semicopiata da Apple) colorata come i disegni a pennarello di un bimbo handicappato, gli stessi menù astrusi e ridondanti, le stesse animazioni succhiabatteria, le stesse app inutili, pesanti, fastidiose, scassaminchia. Ma il peggio, il vero peggio, è che la noia si estende inesorabile a tutta la gamma. Da 69 a 799 euri cambia la performance ma l'estetica resta grigia come l'immaginazione di un coreano impiegato in posta.
Telefono dell'anno scorso, una faccia. Ultimo modello schermo edge (inutile cacata), la stessa faccia. Medio gamma per chi vuole ma non può: faccia uguale. Se sull'autobus cascassero per terra tutti i Samsung contemporaneamente ci vorrebbe un'ora prima che ognuno recuperasse il suo senza fottere quello di un altro.
Perciò basta Zamzung, basta noia, basta tasto centrale del cazzo e notifiche tutte identiche.
Chi se lo incula l'amoled, mica voglio passare l'esistenza a fissare il telefono!
E il visore VR (virtual reality, altra chicca da tetraspastici cerebrali) ficcatevelo in culo (o ficcatelo in culo a Brin e Page -assieme ai gugol glass).
Sono così noiosi i Zamzung, ma così noiosi, che a causa dell'assenza di alternative di sistemi operativi (fallita BlackBerry, fuori di zucca iOS senza jailbreak, desolante WinMobile) quasi quasi rischio di dare dei soldi ai cinesi di merda della Huawei. Saranno pure cinesi di merda però qualche designer buono per i cellulazzi l'hanno assoldato. E in particolare la loro EMUI del porcodiavolo ha l'aria bordellosa ma sbarazzina.
Ovviamente per ragioni di compromesso giro con un HTC di seconda mano, in attesa di recuperare un degno vintage o un Caterpillar S60 (orribile ma divertente).
Però, cari amici coreani, c'è pure il rischio che prima testi uno Xiaomi... rendetevi conto di come state messi. A noia.
Ce l'avete proprio bisogno, del consulente, date retta. 

Nel mentre, andate pure affanculo. Dopo gugol.